#instaitalia Instagram Photos & Videos

instaitalia - 5.3m posts

Top Posts

  • 📷 @marziapiccinelli
📍  #Matera
⠀
Girare per Matera è come rivivere in un passato dimenticato. Quando si visita questa suggestiva città lucana la sensazione è quella di entrare in un presepe. Non a caso Matera è detta anche "la seconda Betlemme", ed è stata l’ambientazione di film come The passion di Mel Gibson e Il Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini.

Negli anni cinquanta, quando la popolazione che viveva nelle grotte scavate dentro la montagna fu costretta ad abbandonare quelle abitazioni per insediarsi in quartieri moderni, nessuno avrebbe mai pensato che quelle grotte, i “sassi”, sarebbero divenuti il simbolo di una città che rinasce. 
Nel 1993 l'Unesco ha inserito i "Sassi" di Matera nella world heritage list, in quanto "esempio di sistema di vita millenario da preservare e tramandare ai posteri". Più precisamente il riconoscimento fatto alla città è quello di essere "un modello di vita in equilibrio con l'ambiente, con cui si integra senza stravolgerlo, pur sfruttandone le risorse". I geologi la chiamano “calcarenite”, la gente comune la chiama tufo: è la roccia che circonda Matera e che i maestri artigiani di questa terra hanno imparato a lavorare in tempi antichissimi. Il materiale, friabile e adattabile, viene offerto in gran quantità dalla montagna che domina la città, così alla gente di Matera sembrò normale andare lassù e scavare in quella roccia per costruirsi una casa. Il materiale che veniva estratto, era lavorato per diventare la facciata dell’abitazione.
👍 Segui tutte le storie nella nostra pagina Facebook
📝 #ig_italia #italia #instagramitalia #ig_italia_borghiecitta #italy  #matera
  • 📷 @marziapiccinelli
    📍 #Matera

    Girare per Matera è come rivivere in un passato dimenticato. Quando si visita questa suggestiva città lucana la sensazione è quella di entrare in un presepe. Non a caso Matera è detta anche "la seconda Betlemme", ed è stata l’ambientazione di film come The passion di Mel Gibson e Il Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini.

    Negli anni cinquanta, quando la popolazione che viveva nelle grotte scavate dentro la montagna fu costretta ad abbandonare quelle abitazioni per insediarsi in quartieri moderni, nessuno avrebbe mai pensato che quelle grotte, i “sassi”, sarebbero divenuti il simbolo di una città che rinasce.
    Nel 1993 l'Unesco ha inserito i "Sassi" di Matera nella world heritage list, in quanto "esempio di sistema di vita millenario da preservare e tramandare ai posteri". Più precisamente il riconoscimento fatto alla città è quello di essere "un modello di vita in equilibrio con l'ambiente, con cui si integra senza stravolgerlo, pur sfruttandone le risorse". I geologi la chiamano “calcarenite”, la gente comune la chiama tufo: è la roccia che circonda Matera e che i maestri artigiani di questa terra hanno imparato a lavorare in tempi antichissimi. Il materiale, friabile e adattabile, viene offerto in gran quantità dalla montagna che domina la città, così alla gente di Matera sembrò normale andare lassù e scavare in quella roccia per costruirsi una casa. Il materiale che veniva estratto, era lavorato per diventare la facciata dell’abitazione.
    👍 Segui tutte le storie nella nostra pagina Facebook
    📝 #ig_italia #italia #instagramitalia #ig_italia_borghiecitta #italy #matera
  • 10,008 75 4 hours ago
  • 📷 @treviorum
📍 #Positano
⠀
#Buongiorno ragazzi, Positano è una cittadina incastonata nella roccia e a picco sul mare.
Famosa in tutto il mondo per la moda, la tavola, il mare e per lo stile architettonico. Non a caso è chiamata la "città verticale" in quanto i suoi edifici sorgono l'uno a ridosso dell'altro, dando origine ad un labirinto di vicoli in cui perdersi e ritrovarsi avvolti fra i colori e i profumi che aleggiano nell'aria.
La storia di Positano è molto antica e risale al IX secolo, ai tempi delle incursioni saracene e poi turche. Proprio per difendersi dagli attacchi dei nemici, furono costruite le abitazioni arroccate sulla roccia, oltre alle tre torri di guardia, ancora oggi perfettamente conservate, di Fornillo, Trasita e Sponda.
Il cuore di Positano è rappresentato dalla Spiaggia Grande, che si estende per 300 metri di battigia. Oltre ad essere una delle più grandi dell'intera Costiera, è sicuramente la più mondana, frequentata da artisti e personaggi del jetset internazionale. 
Numerosi sono gli eventi organizzati in questo fantastico scenario, da performance e spettacoli artistici a feste gastronomiche e religiose. Come ad esempio la festa patronale di San Vito con sfilate della banda, processioni e spettacoli pirotecnici; la festa di Santa Maria delle Grazie, che oltre a prevedere la processione e la sfilata della banda, prevede un grandioso spettacolo di fuochi pirotecnici in mare a rievocazione del miracolo della Madonna, accompagnato da balli canti e piatti di tradizione locale.
Grazie all'innato senso di ospitalità dei positanesi, la cittadina mantiene il primato della località turistica tra le più rinomate e visitate nel mondo.
Di particolare interesse sono da citare le due frazioni di Montepertuso e Nocelle, attigue alla cittadina.
#Montepertuso è conosciuto anche con il nome di "monte bucato". Sul monte si celebra il 2 Luglio, la Festa della Madonna delle Grazie per evocare la leggenda da cui prende origine il nome del monte.
#Nocelle, invece, è una famosa meta di sosta del sentiero degli Dei accessibile, comunque, anche da Montepertuso lungo un percorso in salita.
⠀
👍 Segui le storie nella nostra pagina Facebook
📝 #ig_italia
  • 📷 @treviorum
    📍 #Positano

    #Buongiorno ragazzi, Positano è una cittadina incastonata nella roccia e a picco sul mare.
    Famosa in tutto il mondo per la moda, la tavola, il mare e per lo stile architettonico. Non a caso è chiamata la "città verticale" in quanto i suoi edifici sorgono l'uno a ridosso dell'altro, dando origine ad un labirinto di vicoli in cui perdersi e ritrovarsi avvolti fra i colori e i profumi che aleggiano nell'aria.
    La storia di Positano è molto antica e risale al IX secolo, ai tempi delle incursioni saracene e poi turche. Proprio per difendersi dagli attacchi dei nemici, furono costruite le abitazioni arroccate sulla roccia, oltre alle tre torri di guardia, ancora oggi perfettamente conservate, di Fornillo, Trasita e Sponda.
    Il cuore di Positano è rappresentato dalla Spiaggia Grande, che si estende per 300 metri di battigia. Oltre ad essere una delle più grandi dell'intera Costiera, è sicuramente la più mondana, frequentata da artisti e personaggi del jetset internazionale. 
    Numerosi sono gli eventi organizzati in questo fantastico scenario, da performance e spettacoli artistici a feste gastronomiche e religiose. Come ad esempio la festa patronale di San Vito con sfilate della banda, processioni e spettacoli pirotecnici; la festa di Santa Maria delle Grazie, che oltre a prevedere la processione e la sfilata della banda, prevede un grandioso spettacolo di fuochi pirotecnici in mare a rievocazione del miracolo della Madonna, accompagnato da balli canti e piatti di tradizione locale.
    Grazie all'innato senso di ospitalità dei positanesi, la cittadina mantiene il primato della località turistica tra le più rinomate e visitate nel mondo.
    Di particolare interesse sono da citare le due frazioni di Montepertuso e Nocelle, attigue alla cittadina.
    #Montepertuso è conosciuto anche con il nome di "monte bucato". Sul monte si celebra il 2 Luglio, la Festa della Madonna delle Grazie per evocare la leggenda da cui prende origine il nome del monte.
    #Nocelle , invece, è una famosa meta di sosta del sentiero degli Dei accessibile, comunque, anche da Montepertuso lungo un percorso in salita.

    👍 Segui le storie nella nostra pagina Facebook
    📝 #ig_italia
  • 23,461 168 15 hours ago

Latest Instagram Posts

  • La valle delle rocce
  • La valle delle rocce
  • 15 1 14 minutes ago
  • ⭐️⭐️⭐️... Buona notte ... Good night ... ⭐️⭐️⭐️
  • ⭐️⭐️⭐️... Buona notte ... Good night ... ⭐️⭐️⭐️
  • 40 13 15 minutes ago
  • "È stato quando mi sono accorta di avere un'anima con i controcoglioni che sono diventata bellissima." 💣🖤
  • "È stato quando mi sono accorta di avere un'anima con i controcoglioni che sono diventata bellissima." 💣🖤
  • 14 1 25 minutes ago
  • I’m Ceci (pronounced cheh-chee) here - short for Cecilia. “Cecily” was always a hard name for Italians to grasp, so early on in my time here, I began to introduce myself by the Italian version of my name.
✧
It feels right, somehow, that I have a different name when I’m here. I’m different when I’m in Italy. I am more confident of myself, more authentic, more unapologetic.  I feel more free to express myself here - to talk about beauty and feelings and ideas in unqualified terms.
✧
I have spent a lot of time in the last nine years wondering why that is the case:  if it’s something in the cultural identity of this country, or if it’s something in me - something about the in-betweenness of my life when I am here that is freeing.  Perhaps it has to do with the fact that Italian is not my first language, and so I have to think a little harder about how I want to say things. ✧
Probably, it’s a combination of all of these factors, and others besides. But whatever it is, I have always felt like myself here. .
✧
And so, it’s good to be here.  It feels good, for a little while, to be Ceci again.
  • I’m Ceci (pronounced cheh-chee) here - short for Cecilia. “Cecily” was always a hard name for Italians to grasp, so early on in my time here, I began to introduce myself by the Italian version of my name.

    It feels right, somehow, that I have a different name when I’m here. I’m different when I’m in Italy. I am more confident of myself, more authentic, more unapologetic. I feel more free to express myself here - to talk about beauty and feelings and ideas in unqualified terms.

    I have spent a lot of time in the last nine years wondering why that is the case: if it’s something in the cultural identity of this country, or if it’s something in me - something about the in-betweenness of my life when I am here that is freeing. Perhaps it has to do with the fact that Italian is not my first language, and so I have to think a little harder about how I want to say things. ✧
    Probably, it’s a combination of all of these factors, and others besides. But whatever it is, I have always felt like myself here. .

    And so, it’s good to be here. It feels good, for a little while, to be Ceci again.
  • 40 2 53 minutes ago
  • In cima ⛰
  • In cima ⛰
  • 24 2 57 minutes ago
  • Pant pant...
  • Pant pant...
  • 26 2 1 hour ago